Abitazione unifamiliare (Marostica VI) - 2005

 

L'abitazione, distribuita su un solo piano, si articola attorno a un patio su tre lati dal fabbricato e aperta verso ovest con un portico attraverso il quale avviene, mediante una scala, il collegamento con il fondo. È proprio questo patio l'elemento generatore del progetto: uno spazio aperto e scoperto attorno al quale si distribuiscono i diversi ambienti dell'abitazione. Essa, articolata a "C", si dispone con le sue diverse funzioni attorno a questo spazio centrale: un percorso tangenziale, posto all'interno, mette in collegamento l'ambito della cucina e del pranzo con la zona notte attraversando lo spazio di soggiorno. Le diverse zone della casa risultano pertanto separate e indipendenti ma visivamente collegate e compartecipi della vita dell'edificio attraverso lo spazio di connessione rappresentato dal patio. Uno spazio "pubblico" che contempo-raneamente divide e unisce, allontana e avvicina.

Il patio assume inoltre un'altra funzione. Esso è infatti l'elemento di filtro tra l'edificio e il contesto nel quale è inserito, tra l'artificiale e il naturale. In questo modo il passaggio tra le due realtà non è più istantaneo ma mediato, filtrato da questo spazio che appartiene ancora all'abitazione ma dialoga già con la natura che la circonda. Uno spazio limitato, rispetto al fondo teoricamente privo di limiti se non quelli dati dall'orizzonte, che assume un carattere più domestico e intimo, che consente di porsi in relazione con l'ambiente naturale rapportandolo alla dimensione umana. A ovest, verso valle, un portico aperto su due lati amplifica questa funzione di mediazione tra finito e in-finito, diventando, attraverso la scala che lo mette in collegamento con il fondo, la soglia di accesso all'abitazione dalla natura e viceversa. L'edificio appare chiaramente orientato verso questa direzione: più chiuso su tre lati, a protezione, anche dai venti dominanti, dell'interno, e più aperto verso il patio e poi verso il fondo agricolo, prima con una sequenza regolare di grandi aperture e poi con il portico.